Tour in ECUADOR

NESSUNA PROMOZIONE ATTUALMENTE IN CORSO

La linea equatoriale lo taglia esattamente in due – e infatti una delle tanti attrazioni turistiche è farsi fotografare a cavallo di quest''ultima con un piede in ciascuno dei due emisferi terrestri – eppure il clima e il paesaggio dell'Ecuador riflettono solo in parte la sua posizione. Se in Amazzonia e nelle regioni più a nord il caldo umido e la grande piovosità sono di tipo equatoriale, la parte centrale del Paese, interamente occupata dalla catena andina, gode di un clima fresco e temperato. Alla varietà di climi si affianca quella degli ambienti, che spaziano dai paesaggi montani della Sierra, con i loro imponenti vulcani innevati, alla vegetazione lussureggiante delle foreste amazzoniche fino alle sterminate spiagge della costa pacifica e allo straordinario paradiso naturale delle isole Galápagos. A fare dell'Ecuador una destinazioni più affascinanti del continente sudamericano non è solo la bellezza della natura. Il Paese ospita splendide città che conservano i capolavori dell'architettura coloniale come Quito e Cuenca, villaggi dove i discendenti degli indios mantengono un millenario stile di vita e antichissime tradizioni artigianali, siti archeologici dove risuona l'eco degli splendori e dei misteri della civiltà Inca.

Antiche roccaforti dei pirati e dei bucanieri, fonti di preziose osservazioni per Darwin che stava elaborando la sua teoria dell'evoluzione, le Galapagos un tempo erano note anche come Las Islas Encantadas (Le Isole Incantate), un nome pienamente giustificato dalla bellezza dell'ambiente naturale e dalla straordinaria varietà e ricchezza di fauna e flora. Famose soprattutto per le tartarughe giganti, che, oltre ad essere particolarmente longeve, possono raggiungere anche i 300 kg di peso e quasi 2 di metri di lunghezza, le Galapagos ospitano varietà molto rare di otarie, iguana, pinguini, leoni marini, gabbiani a coda di rondine e moltissime altre specie animali e vegetali uniche al mondo. Dichiarato patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO, l'intero arcipelago è oggi una riserva marina formata da 14 isole di cui solo 5 abitate. Fra queste, Isabela, la più grande, Santa Cruz, dove ha sede la stazione di ricerca scientifica intitolata a Charles Darwin, e Floreana, dove si possono osservare i fenicotteri rosa e le tartarughe marine verdi.

Avvolto da un'atmosfera ricca di fascino e di mistero, Ingapirca è il più grande complesso archeologico dell'Ecuador che conserva le tracce sia della cultura Inca sia di quella dei Cañari, i loro predecessori, e che fu venerato come sacro da entrambi i popoli. Oltre a numerose costruzioni in muratura, il sito conserva l'unico esempio esistente di palazzo ovale Inca. Nel mese di giugno vi si celebra la "Festa del Sole", che dura tre giorni consecutivi al suono di musiche e balli indigeni

Chiamata così per i numerosi vulcani che la costeggiano, la Via dei Vulcani si snoda lungo le vallate che da Quito si spingono verso sud fino a Cuenca. Attraversata dalla Carretera Panamericana, offre un suggestivo percorso costellato di spettacolari vette innevate, fra cui spicca il Cotopaxi, che con i suoi 5897 metri è uno dei vulcani attivi più alti del mondo, e il Chimborazo (6310 metri), la cima più elevata del Paese. Lungo la strada, ci si imbatte in antichi e caratteristici villaggi con le loro botteghe artigianali e i loro tradizionali mercatini.

A soli 40 km dall'equatore, ma Immersa in una primavera quasi perenne grazie ai quasi 3000 m di altitudine, Quito è la capitale dell'Ecuador ed è un vero museo a cielo aperto di arte e architettura coloniale con decine di chiese, cappelle, monasteri, chiostri e piazze. Fra i luoghi più interessanti, la Chiesa della Compagnia di Gesù, considerata una delle opere più importanti del barocco latino americano, e La Ronda, un suggestivo intrico di vicoli e viuzze che deve il suo nome alle serenate con la chitarra che vi venivano anticamente suonate. Importante centro ai tempi dell'impero Inca, Cuenca è una delle città più belle dell'Ecuador, con le sue caratteristiche strade ciottolate, i suoi edifici in elegante stile spagnolo e il variopinto Parco Calderon. Sia Quito che Cuenca sono stati dichiarati Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO.