STATI UNITI

Tour in STATI UNITI

Un viaggio in USA è un viaggio interminabile in paese immenso, in una realtà ricca di sfumature e contraddizioni, eccessi e primati, dove imponenti grattacieli affiancano monumentali capolavori creati dalla natura. Una vacanza negli Stati Uniti non può non includere delle tappe canoniche, quali: i grattacieli di New York, la musica di New Orleans, le luci scintillanti di Las Vegas, le spiagge di Miami, il silenzio dei parchi naturali, le paradisiache isole Hawaii, il Golden Gate di San Francisco, Los Angeles e Hollywood. Tutto questo sono gli Stati Uniti, un Paese che regala sorprese e sensazioni davvero irripetibili per un viaggio che ha ancora il sapore dell'avventura.

 

Perché andare negli Stati Uniti

  • Per un tour delle grandi città americane: New York, la “grande mela”, la metropoli più celebre del mondo, Washington D.C. e la Casa Bianca, sede del governo, Boston, la più raffinata, Chicago, the “windy city”; Miami, con le spiagge più cool e le ville di Ocean Drive, New Orleans la più gaudente delle città americane, con il suo Carnevale
  • Per un tour della West Coast: da San Francisco, la città più europea, patria degli hippies alla Silicon Valley, Hollywood e Los Angeles, Napa Valley e Las Vegas, il casinò più grande del mondo
  • Per scoprire i grandiosi parchi naturali: Yellowstone, il parco dell’orso Yogi, al selvaggio Yosemite dove è possibile vedere le sequoie più alte del mondo. E ancora: il Sequoia è un'immensa foresta di alberi giganteschi, la Death Valley un deserto fatto di dune bianche e laghi prosciugati
  • Per il Grand Canyon, con la Monument Valley a far da sfondo e la riserva delle Rocky Mountains, dove si trovano le vette più alte degli Usa
  • Perché il coast to coast, il viaggio che attraversa gli Usa, è un classico intramontabile.
  • Per la California: dalle città alle spiagge di Santa Monica e Santa Barbara, alle scogliere lungo la strada dei monasteri francescani

 

Come in un film
Un itinerario nei parchi degli USA: "Dalla Valle della Morte allo Utah seguendo le tracce di pellicole ormai entrate nella storia del cinema"

Il grande Ovest, la frontiera, il Far West, il mito americano per eccellenza, esaltato in chilometri di pellicole cinematografiche. Hollywood scoprì e amò queste incredibili scenografie fin dagli anni Trenta quando John Ford vi girò "Ombre Rosse" con il giovanissimo John Wayne. Da allora tutti i maggiori studi cinematografici si sono contesi questi spettacolari scenari che negli ultimi decenni hanno visto passare personaggi come Robert Redford e Paul Newman in Butch Cassidy, Harrison Ford nei panni di Indiana Jones e come dimenticare il mitico "Thelma & Louise" di Ridley Scott. Ma è Zabrinskie Point, reso celebre dal famoso film di Antonioni, il luogo che maggiormente colpisce l'immaginario collettivo: scenario spettacolare di rocce pietrificate dalle mille sfumature rosa e arancio che assomigliano a dune del deserto accarezzate dal vento. Da qui in poi la sensazione di dejà vu accompagna tutto il viaggio attraverso il Colorado, l'Arizona, la California e lo Utah rafforzandosi parco dopo parco, fotogramma dopo fotogramma: da Zion al Bryce, dall'Arches al Grand Canyon. Immancabile scenario della filmologia western è la Monument Valley: una distesa sconfinata di sabbia rossa sulla quale si ergono i bizzarri pinnacoli di roccia rossastra che sono stati testimoni di epiche battaglie cinematografiche, e non solo, tra indiani e visi pallidi. Non a caso la più celebre di queste formazioni rocciose è dedicata proprio a John Ford. I territori sconfinati dell'immensa regione del West degli Stati Uniti, nota come "The Real America", hanno fatto la storia del cinema, da sempre, insieme ai nomi delle grandi star e dei grandi registi. Gli esempi nella storia del cinema non mancano. Per girare "L'uomo che sussurrava ai cavalli", Robert Redford ha scelto il Montana, Kevin Costner il South Dakota per produrre "Balla coi lupi" e nell'Idaho è stato girato il film "Wild Wild West", interpretato da Will Smith. E ancora, la Devil's Tower (Wyoming) del film "Incontri ravvicinati del terzo tipo", il Teton che compare nel "Cavaliere della Valle Solitaria", i fiumi del Montana per "In mezzo scorre il fiume". Per non parlare delle città: Nevada City nel Montana è stato lo scenario del film "Piccolo grande uomo" di Dustin Hoffman, mentre Lead e Deadwood nel South Dakota, sono le vere città western di "Fuorilegge e Pistoleri".

"New York dall'alto"
Non c'è città al mondo più adatta di New York a farsi guardare dall'alto. Manhattan costellata di grattacieli, che negli anni hanno carpito il primato di edificio più alto del mondo, ha probabilmente la skyline più conosciuta del mondo. Offriamo 3 notti al Parker Meridien, in camera con vista su Central Park; aggiungete un'escursione in elicottero sulla città, un giro città di notte con termine all'Empire State Building e una cena al The View, situato al 47° piano del Marriott Marquis in Times Square.

"New York e il cinema"
Sebbene la mecca del Cinema sia LA, New York è una delle città più usate al mondo per ambientare e girare film e telefilm. Soggiornate al Waldorf Astoria che fu il primo hotel del mondo usato come ambientazione per un film negli anni '50 (weekend al Waldorf, con Ginger Rogers 1954) e in molti altri, fino al remake de La Pantera Rosa del 2006. I tour che aggiungiamo sono a tema cinematografico, condotti da guide/attori in inglese: una mezza giornata a visitare oltre 60 location di film e telefilm famosi ed un'intera giornata dedicata alla serie ed al film Sex & the City.

"Trasporto sostenbile: in ciclotaxi a Manhattan"
Quando a New York scatta la rush hour, con il traffico che va in crisi e i taxi che diventano introvabili, parte la riscossa dei pedicab, ovvero i tassisti a pedali, versione contemporanea dei più tartassati guidatori di risciò nella Cina pre-Maoista. Vendono passaggi ai pedoni per un dollaro a isolato, sono ecologici e vincono la concorrenza con i taxi bloccati nel traffico. Da quando a Manhattan è iniziato il boom dei pedicabber, succede sempre così più volte al giorno e anche la notte quando la folla va e viene dai teatri di Broadway. A New York sono sorte decine di piccole società di ciclotaxi tanto che una prossima legge andrà a regolamentare le licenze portandole a poco più di 300.

"Ecologia nella città dei grattacieli"
Nella città che si può considerare la più "verticale" del mondo, sta prendendo piede una tendenza, nel costruire i grattacieli verdi: edifici che incorporano il concetto di riciclo (idrico, biologico ed energetico) all'architettura modulare che siamo ormai abituati a vedere in tutto il mondo. Inevitabile che sia New York la sede di un museo sui grattacieli, la loro storia, la loro evoluzione. La sede è nella Lower Manhattan, vicino a Battery Park: 39 Battery Place.

"Sabato mattina al Farmer's Market"
Quello del local food, è l'ultimo trend alimentare negli USA : la ricerca delle prelibatezze si compie sui banchi dei farmer's market, mercatini all'aperto dove gli agricoltori vendono i loro prodotti direttamente al pubblico; vengono dalla valle dell'Hudson, dal New Jersey, dal Connecticut; l'unione tra sapore e salute ha convinto i newyorkesi a fare spese in questi mercati. Ad oggi si contano in città oltre 50 Greenmarket. A Manhattan,visitate quello di Union Square (14th Street & Broadway) il sabato mattina (aperto anche lun, mer e ven).

"Cape Cod Maritime Days!"
Dal 2 al 31 maggio, si svolge a Cape Cod la manifestazione che celebra la lunga e ricca tradizione marittima e marinara di questa penisola: il mare ha infatti definito l’essenza del Cape da quando i Padri Pellegrini calarono l’ancora del Mayflower nelle acque di Provincetown. Propone oltre 75 eventi che vanno dalle visite ai fari e le asseggiate nei villaggi storici di mare, alle conferenze sul mare, fino alla costruzione artigianale d’imbarcazioni con i maestri d’ascia ed alle escursioni in kayak.

"Concerti sul prato al parco di Tanglewood"
Da giugno a Settembre, a Lenox, tra le colline del Berkshire e nel Parco di Tanglewood, si tiene il famoso Tanglewood Music Festival. Il direttore musicale della Boston Simphony Orchestra, James Levine conduce quest’anno 12 programmi a Tanglewood. Si ascolta musica adagiati sul prato, mattina, pomeriggio e sera, accompagnati da un picnic. Tra gli autori in programma Brahms, Mahler e quest’anno anche due repliche, il 26 e 27 luglio, del Don Giovanni di Mozart, con i cantanti del Tanglewood Music Center. Per programmi e calendario: www.bso.org

"Salem: Festival Jazz e Soul nella città delle streghe"
Il 15 e 16 agosto, a Salem, si celebra la vibrante scena Jazz che iniziò negli anni ’20 quando Duke Ellington usava esibirsi d’estate nel parco sulla costa del Massachusetts. Concerti Jazz, Funk Blues e Soul gratuiti con musicisti emergenti.

"Boston Freedom" 
3 giorni nella capitale del Massachusetts, ricca di musei, attrazioni artistiche e turistiche per ogni gusto, sede di un’estate piena di eventi culturali. Proponiamo soggiorno all’Omni Parker House in pieno centro città, trasferimenti in arrivo e partenza, che include ingresso a molti dei musei e sconti in ristoranti ed attrazioni cittadine.

"Oltre Boston" 
Il Massachusetts, stato americano ricco di storia, offre paesaggi affascinanti, attrazioni naturalistiche e culturali molto varie. Con questo pacchetto si possono scoprire diverse aree ed aspetti di questa zona così interessante degli USA. Soggiorno a Boston, città dall’atmosfera europea, presso il Jury’s Hotel, un’uscita in mare per vedere le balene, partenza da Boston Harbour, una mattinata a nord di Boston per visitare Marblehead, considerata la capitale dello Yachting in Usa e il posto dove è nata la marina americana e Salem, famosa per la caccia alle streghe che qui si tenne nel 1600. Il giorno dopo, si viaggia verso sud, per un’intera giornata al bellissimo Cape Cod.

“Boston - Omni Parker House, fin dal 1856 si serve del buonissimo dolce ufficiale del Massachusetts: la Boston Cream Pie”
Una tappa da non perdere, anche se si soggiorna in un altro hotel. Questa deliziosa torta di crema, ricoperta di cioccolato, servita fin dal 1856, anno di apertura, è dal 1996 il dolce ufficiale dello Stato. Negli anni è stata offerta ai più grandi politici internazionali ospiti dell’hotel che, vicinissimo al Parlamento, ha visto, tra le altre cose, il primo discorso in pubblico di J.F Kennedy (a sei anni per il compleanno del nonno) ed è stato la sede dei festeggiamenti per l’elezione di tanti Presidenti. L’ hotel è in pieno centro a Boston ai piedi della Beacon Inn. 

“Boston vista da Hollywood, tour a piedi tra le location di famosi film americani”
Per gli amanti del cinema è disponibile a Boston un tour a piedi che vi porta a piedi tra le zone più belle della città, immortalate in molti film e telefilm famosi. Oltre 30 location utilizzate in diverse opere: da Will Hunting, con Matt Demon, Ben Affleck e Robin Williams, al bar che ha ispirato la famosa serie TV anni ’80 Cheers, dagli edifici che hanno ispirato Martin Scorsese per The Departed, ai palazzi dove è stata girata la serie Ally mcBeal. In 90 minuti, vedrete, come i grandi cineasti americani, quanto Boston ha da offrire a menti creative ed artisti. Il tour si effettua solo in inglese, per ulteriori informazionihttp://bostonmovietours.net/

“Sull’acqua e nell’acqua!” 
Sono rari i giorni in cui le acque di Miami non sono punteggiate da imbarcazioni di ogni tipo, forma e design. Circondata com’è dal mare, inevitabile che sia dall’acqua che Miami rende il massimo. Sono disponibili crociere diurne e notturne intorno la città. Chi ama pescare può affittare barca e attrezzature, così come sono disponibili barche a vela di tutti i tipi. Non ultime, le crociere: per tutte le compagnie Miami è uno dei porti principali e tutti i giorni partono navi per le località più affascinanti dei Caraibi. Infine, nella zona di Key Biscayne, tra relitti di oltre 30 navi, aerei e altri materiali, affondati si è creato un habitat ricco di flora e fauna marina, fantastico per chi ama andar sott’acqua. 

"Tropi-cool Miami"
Per scoprire divertimenti e tendenze di Miami: giro della città di mezza giornata e Miami by night, con visita dell’Art Déco, cena fusion latino-americana e crociera con musica (disco/latino). Infine, insolita e divertente visita della città su segway.

"A Sud di Miami"
Visitate il meglio del sud della Florida: una giornata a Key West, attraversando i 42 ponti della Overseas Highway per ammirare fondali cristallini e paesaggi memorabili; pomeriggio ad Everglades alla scoperta di un paesaggio naturale unico, viaggiando nelle paludi sulle airboat alla ricerca dell’alligatore.

“Miami Beach, dove lo shopping è bollente!” 
Il clima favorevole tutto l’anno, l’insieme di deliziosi hotel nell’Art Deco District, i locali alla moda ed i musei di tendenza, attraggono a Miami una clientela che sa cos’è di moda. Lo shopping è il quinto elemento che fa di questa striscia di sabbia sotto il sole una delle località più frequentate. In Ocean Drive, dove si girano servizi di moda tutto l’anno, e nel Fashion District su Collins Avenue, trovate le marche mondiali più prestigiose; in Lincoln Road gallerie d’arte, negozi di arredamento e librerie; Su Española Way, un tempo sede dei Gangster ed oggi deliziosa area pedonale in stile spagnolo e Washington Avenue, si trovano invece rispettivamente, oggetti d’arte e da collezione e abbigliamento Vintage e mise per le vostre serate in discoteca. Per chi vuol arrivare preparato allo shopping in south beach: www.shoponmiamibeach.com 

“Lincoln Road, una serata nella trendy South Beach” 
Lincoln road è la via del passeggi pedonale di South Beach. È ricca di negozi che stanno aperti fino a tardi e ancor più ricca di ristoranti per tutti i gusti e bar. Uno dei locali più interessanti è il Segafredo Cafè, probabilmente il locale più famoso della zona, grazie alla musica all’ambiente e soprattutto alla gente che lo frequenta, tra la quale non è raro scorgere questo o quel vip. Per la cena, potete scegliere un ottimo menù di pesce e crostacei presso il ristorante Le Bon, cena tipicamente americana con porzioni infinite al Nexxt, e moltissimi altri. Gli amanti del jazz chiuderanno la serata al Van Dyke Cafè, dove suonano i migliori musicisti. 

“A Beverly Hills per un giorno da Star”
A colazione, scegliete la Polo Lounge del Beverly Hills hotel, il posto favorito da generazioni di Star Hollywoodiane. Così rinforzati, prenotate un “Ambassador Walking tour” (prenotazione presso il Convention Bureau al 310 248 1015) o esplorate la città in maniera indipendente. Immancabile il Museo della Radio e Televisione con registrazioni di oltre 120.000 programmi. Giunti a Rodeo Drive, sfoderate la carta di credito e lanciatevi nello shopping in negozi di lusso, non ultimi i famosi Neiman Marcus, Saks Fitfth Avenue, Barneys New York. Se lo shopping vi ha messo appetito, provate una pizza da Pizza Rustica, o l’originale California Pizza Kitchen (parte del menù potrebbe risultare molto inusuale per chi ama la pizza tradizionale). Proseguite il pomeriggio con una visita ai giardini di Greystone Estate, utilizzati in molti film quali Spiderman, Airforce One e Proposta Indecente. Per prepararvi alla serata, prenotate un trattamento in una delle tante Spa; una nuovissima è la Aqua Spa del recentemente rinnovato Beverly Hilton, ma ce ne sono tantissime, la cura del corpo a Beverly Hills è una specialità pressoché obbligatoria. Così riposati e rilassati, siete prontissimi per la cena in uno dei famosi ristoranti, potete scegliere tra Mr Chow, Crustacean e Spago tutti egualmente famosi e di ottimo livello. 

"Apre il Grammy Museum" 
Apre a Los Angeles un nuovo e attesissimo museo, presso il centro L.A. LIVE , a Downtown. Il Grammy Museum, celebra il passato presente e futuro della musica con presentazioni multimediali sugli artisti che hanno ricevuto il prestigioso premio, cimeli storici, attrazioni interattive. Los Angeles è la sede ideale per un museo sulla musica, vista l’importanza che l’industria discografica ricopre in città. 

"Cinema ch e passione"
Se andate a Los Angeles perché è la Mecca del cinema, non potete che scegliere questa proposta: pernottamenti al Renaissance Hollywood, attiguo al Kodak Theatre, dove si svolge attualmente la notte degli Oscar e a due passi dal Chinese Theatre. Una giornata agli Universal Studios, il parco divertimenti con attrazioni a tema cinematografico e una giornata ai veri Studios dell’Universal, dietro le scene del luogo dove si realizzano alcuni dei più grandi successi hollywoodiani. 

"Arte e gusto" 
Un soggiorno per 3 notti al Beverly Hilton, tra i più rinomati ed uno degli hotel più belli di Los Angeles, un’escursione al Getty Museum, alla scoperta di una ricca collezione artistica ed un’ampia rassegna fotografica, seguita da un pranzo in un bistrò di Beverly Hills e shopping pomeridiano. Il giorno successivo, verso sera, vi verranno a prendere in hotel per una cena a Santa Monica presso la Boa Steak House.

“West Hollywood, arte design e vita notturna” 
È probabilmente l’area di Los Angeles più creativa. In una superficie relativamente piccola, sono presenti oltre 30 gallerie d’arte, più di 200 atelier di Design nel Pacific Design Center. Siete più orientati ai piaceri della vita che all’arte? Nessun problema, con oltre 120 ristoranti nell’area potete provare qualsiasi tipo di cucina abbiate in mente. Se poi desiderate che la serata continui fino a tardi, siete nel posto giusto. In ogni giorno della settimana a West Hollywood la sera si riempie di gente che vuole divertirsi e i locali notturni, bar e discoteche, sono sempre aperti; sarà soddisfatto anche chi ama sentire musica dal vivo nei tanti locali di Sunset Strip. 

"California Academy of Sciences, l’att razione più Verde e nuova di San Francisco" 
Esplorate le terra, gli oceani, lo spazio alla California Academy of Sciences di Renzo Piano. Nell’edificio pubblico ecocompatibile più grande al mondo, convivono museo di storia naturale, acquario e planetario, per immergersi nelle profondità della barriera corallina delle Filippine, scalare le montagne della foresta equatoriale e molto altro. 

"San Francisco photography tour"
Composta da fotografi professionisti, propone visite della città durante un workshop di fotografia. Tour classici, dedicati alle foto panoramiche, alle notturne, a Chinatown. Prenotabili online:www.sfphotographytours.com

"Urban Trek USA"
Niente di meglio che conoscere San Francisco girandola , accompagnati da esperte guide locali. Usando le proprie gambe e l’efficiente sistema di trasporto pubblico della città (muni) si raggiungono i punti della città più belli e meno conosciuti dai turisti e la si visita in maniera “verde”. Prenotazioni online:www.urbantrekusa.com 

"San Francisco in Vespa" 
A San Francisco non manca mai l’occasione per stupirsi e fare esperienze differenti. Dal 2008 è possibile noleggiare una vespa e andare in giro per i colli… di San Francisco, in piena libertà! Con questo pacchetto uniamo l’ospitalità familiare dell’Handlery Hotel, in pieno centro a San Francisco, un tradizionale tour della città e 2 giorni di noleggio di una Vespa per esplorare la città ed i bellissimi dintorni. 

"Oltre San Francisco" 
Parte del fascino della città è dovuto alla fantastica posizione sulla baia e alla meravigliosa costa della California settentrionale ove San Francisco è situata. Durante un pomeriggio a Muir Woods e Sausalito, si ha un assaggio delle grandi foreste che popolano la parte interna della California e si gode della bellezza di Sausalito, con bella vista su San Francisco. In una visita successiva ci si può spingere fino a Carmel e Monterey, una delle località più suggestive della costa californiana.

“On the dock of The Bay” 
È la baia con il fiammeggiante Golden Gate Bridge, l’immagine più comune e famosa della città. Anche i locali lo considerano un posto speciale. Per un’esperienza da “Real Sanfranciscan”, prendete il Trolley, linea Powell/Hyde, fino al capolinea. Quando scendete, vedrete il Buena Vista Cafè. Con un po’ di fortuna sentirete le foche nel vicino Pier 39 e ci sarà nebbia! Ordinate un Irish coffee, il barista metterà in linea i bicchieri e, velocemente, vi verserà il caffè. Poi, camminando lentamente, verserà il Whiskey, aggiungerà infine la crema e farà scivolare il bicchiere sul bancone, fino a voi: la calda atmosfera e l’ottimo drink, vi faranno sentire riscaldati e benissimo, in una nebbiosa notte di San Francisco! 

“Ferry Building Marketplace: da porta d’ingresso della città a luogo ove si celebra il cibo, in tutte le sue forme” 
Costruito a fine 800’, questo edificio è stato per decenni il punto di arrivo di treni e traghetti di chiunque arrivasse a San Francisco, quindi il simbolo della città. Sopravvissuto brillantemente a due terremoti è stato quasi dimenticato dagli anni ’50 alla fine degli anni ’80. Una mirevole opera di recupero lo ha portato al suo splendore originale e ne ha fatto il posto dove si celebra il cibo. Oggi ospita infatti negozi grandi e piccoli che offrono dai più squisiti formaggi artigianali al pesce più fresco e che sono i fornitori degli chef di tutta la città. Molti sono i cafè e ristoranti che ben rappresentano l’anima cosmopolita e multiculturale della città. 

“In bicicletta sul Golden Gate”
Il Golden Gate, il famoso ponte rosso sulla baia, visibile da quasi tutta la città, è senza dubbio il simbolo più famoso di San Francisco. Recentemente è stata creata una pista ciclabile che, partendo dal Presidio National Park ai piedi del ponte, attraversa tutta la struttura ed arriva fino a Sausalito. L’emozione di una passeggiata in bicicletta sopra il ponte è impareggiabile. La giornata può proseguire con un piacevole pranzo a Sausalito, una sosta per lo shopping in una delle tante piacevoli botteghe della cittadina e rientro a San Francisco in traghetto. I più sportivi possono invece proseguire fino a Tiburon. E' possibile semplicemente noleggiare le biciclette o effettuare il tour con un’esperta guida (parlante inglese). Le partenze dei tour guidati sono tutti i giorni dal 2715 Hyde Street, vicino al capolinea del Cable Car di Powell/Hyde. Maggiori informazioni e prenotazioni: http://www.blazingsaddlessanfrancisco.com/.

Weekend a Las Vegas (perchè l'unico peccato è fermarsi una sola notte)
“La sera dell’arrivo, non uscite dal vostro hotel!” 
All’arrivo assicuratevi di prenotare un tavolo per il miglior ristorante del vostro hotel, la prima sera, prendetevela comoda. Dopo un’ottima cena, vi spostate nel Casinò; la quintessenza di Las Vegas, luci, suoni e uno spirito di eccitazione per il Gioco nell’aria vi coinvolgeranno in un’atmosfera d’energia che vi contagerà anche se non siete amanti del gioco. 

“Primo giorno: vi aspetta il giro del mondo” 
Non c’è bisogno di alzarsi troppo presto, quando vi alzate, fate una passeggiata lungo la Strip, facendo così, girerete intorno al mondo, trovandovi da “Paris” a “Bellagio”, da “Montecarlo” all’antico Egitto di “Luxor”, da “Venice” a “New York”. Non mancherà la possibilità di osservare animali selvaggi, incontrerete delle tigri e probabilmente qualche squalo. Un po’ di riposo al pomeriggio, perché la notte potrebbe essere molto lunga a Las Vegas. Dopo cena potete scegliere uno Show: Cirque du Soleil ha quattro spettacoli nei principali alberghi, c’è il Musical Mamma Mia, il Crazy Horse e tantissimi altri. Se amate ballare, alcuni dei night club e discoteche più intriganti d’America hanno sede qui, se volete un Drink con vista, scegliete tra la Top of The World Lounge allo Stratosphere, la Blues Foundation Room, al Mandaly Bay o, se amate gli ambienti ultramoderni Mix, all’interno di THEHotel. Il Ghostbar in cima al Palms, è per chi invece vuole mischiarsi alle celebrità. 

“Secondo giorno, giornata in città, o fino al Grand Canyon” 
Potete scegliere se alzarvi tardi, girare ancora un poco la città o raggiungere in auto Hoover Dam, la spettacolare diga appena fuori città, la bellissima area di Red Rock Canyon, oppure, con un volo in elicottero arrivare fino al Grand Canyon. Le alternative, anche secondo quanto è stata lunga la notte precedente, sono molteplici: dal relax in piscina al golf, dai trattamenti Spa allo shopping. A fine giornata, avete ancora una notte da spendere in città; un’altra notte, un’altra avventura, un’altra serata di possibilità illimitate. È Las vegas, Baby, Las Vegas! 

"Arte e Cultura a Las Vegas" 
Sebbene Las Vegas sia famosa al mondo per altre virtù, nel corso degli anni ha sempre più affrancato la sua posizione nel panorama culturale americano. La più nuova iniziativa in città è lo Springs Preserve. Aperto nel 2007, sorge in un’area considerata il luogo di nascita di Las Vegas e racchiude musei, gallerie d’arte, spazio per concerti all’aperto. Vi sono inoltre percorsi che spiegano la storia e l’evoluzione di Las Vegas e progetti per renderla sempre più eco-compatibile, cosa fondamentale per una città che sorge nel deserto. 

"Las Vegas Show Time!"
La capitale dell’intrattenimento in grande stile. Anche per uno show da vedere, la scelta è amplissima, dalle 5 produzioni del Cirque du Soleil incluso il nuovissimo LOVE dedicato ai Beatles, ai grandi musical, come Mamma Mia con musiche degli Abba. Completano la scelta spettacoli per tutti i gusti. Ecco alcuni esempi:  The Beatles Love - l’ultima produzione del Cirque du Soleil che celebra la musica del complesso più acclamato di tutti i tempi. All’Hotel Mirage dal giovedi al lunedi alle h. 19.00 e alle h. 21.30. Biglietti da USD 143 a 170;  “O” Cirque du Soleil - un omaggio al teatro, dagli artisti di strada all’Opera classica. Al Bellagio, da mercoledì a domenica alle h. 19.30 e h. 22.30. Biglietti: USD 170.

"Al Disney World Resort, il 2007 è l'anno dei milioni di sogni!"
Orlando ha inevitabilmente legato il suo nome al Disney Resort, che ogni anno si espande e apre nuove attrazioni, sempre più meravigliose e stupefacenti. Il 2007 è stato nominato da Disney l’anno del milione di sogni. Gli ospiti di Disney World Resort a Orlando, oltre a quelli di Disneyland in California, potrebbero essere fermati dallo staff, nominata la “Dream Squad” ed essere informati di essere stati scelti per la realizzazione del loro sogno.  I premi vanno da pass del valore di poche decine di dollari a esperienze esclusive come una notte nel castello di Cenerentola o la possibilità di vacanza in tutti i Disney Resort del mondo. Per rendere ancora più “magico” l’anno, aprono nuove attrazioni come Finding Nemo, the Musical, che viene rappresentato da gennaio 2007 a Epcot.

The "Sunshine State"
"È il regno della vacanza per eccellenza: parchi nazionali, magnifiche spiagge, parchi divertimento, impareggiabili campi da golf e un'interminabile vita notturna".

Quartieri esclusivi oppure etnici, atmosfere esotiche o lusso sfrenato. A Miami c'è di tutto: dallo sfarzo delle ville circondate da piscine e campi da golf del Coral Gables, il cosiddetto "miglio dei miracoli", alle atmosfere caotiche e contagiose di Little Havana. Chi vuole ammirare le case in stile "Old Florida" si dovrà invece recare a Coconut Grove, mentre lungo la strada che per quasi 15 chilometri costeggia la spiaggia, la Collins Ave, si trovano gli alberghi da sogno dei film: ecco stagliarsi magnifici hotel con parchi, cascate, palme, negozi, centri di estetica e benessere, nonché splendidi ristoranti. La Florida, lo stato del sole, offre anche la raggiante Miami Beach, dove i colori pastello dell'Art Deco si mescolano con le luci al neon di South Beach, le palme ed il sole: una città stravagante in cui concedersi una cena o un drink in Ocean Drive, visitare le migliori boutique di Lincoln Road e Collins Avenue o lasciarsi travolgere dall'animata vita notturna. Ma la Florida non è soltanto Miami: da non perdere il giro del Parco delle Everglades che ospita oltre 400 specie di uccelli oltre a pesci e alligatori, da vedere anche le Florida Keys, una catena di isolotti incantati tra cui Key West, la leggendaria terra di Hemingway. E come rinunciare a un viaggio tra cascate d'acqua, ottovolanti, palazzi fiabeschi e personaggi in costume nel magico regno di Disneyworld a Orlando?

Sulla neve delle Rocky Mountains
“Non esiste appassionato di sport invernali che non vorrebbe trascorrere una magica vacanza sulle pendici innevate delle mitiche Montagne Rocciose”

Le Montagne Rocciose iniziano in Alaska coi Monti Mackenzie e attraversano il Canada con una serie di catene minori parallele comprese tra le Pianure dell’Alberta e l’Altopiano del Columbia. Molte delle località sciistiche più belle ed esclusive degli Stati Uniti si trovano tra queste montagne, tra l’Idaho e il Wyoming, collegate tra loro come in un gran circuito per offrire una vasta scelta di piste ed itinerari per escursioni. In questo magico paradiso, oltre a praticare gli sport invernali, dai più tradizionali ai più estremi, si può ammirare la meravigliosa natura dei Parchi Nazionali che, anche durante i mesi invernali, offrono un ricco calendario di escursioni guidate dai rangers. Sun Valley, nell’Idaho, è una località molto rinomata e alla moda, amata da personaggi famosi e da attori di Hollywood per la bellezza delle sue piste e per la rigogliosa natura.
Tra le località sciistiche del Wyoming, Jackson Hole, circondata dal Parco Nazionale del Grand Teton, è sicuramente la più rinomata per la bellezza delle sue piste e per l’atmosfera tipicamente western che ancora oggi vi regna. Per chi invece ama avventurarsi in motoslitta, da non perdere la visita al National Elk Refuge, luogo in cui nel periodo invernale si radunano più di 8.000 cervi per pascolare in assoluta libertà. Un’esperienza davvero magica è un soggiorno invernale nel Yellowstone National Park il cui fascino surreale è amplificato dal candore della neve che nell’aria tersa e cristallina scintilla creando una festa di luce, insieme ai 10.000 geyser e fonti d’acqua calda naturale.
Anche le montagne del Canada regalano un colpo d’occhio stupefacente: 500 chilometri di montagne con 20 picchi di quasi 4.000 metri, collegati da 40 ghiacciai e una sorta di autostrada, la Icefields Parkway, che corre per ore in un paesaggio senza traccia di insediamenti umani. Per chi ama l’avventura la scelta è infinita: giorni di sci d’alpinismo da un ghiacciaio all’altro chilometri di discesa fuoripista dopo essere stati portati in cima a una montagna da un elicottero. Il “dopo sci” è invece un rilassante mix di bagni in immense piscine riscaldate tra tramonti mozzafiato o nelle vasche di una elegante Spa o ancora nella propria camera in una jacuzzi davanti al caminetto acceso. E la sera, il piacere di ristoranti impeccabili con chef che arrivano da tutta Europa, cantine da migliaia di etichette, lounge dall’atmosfera accogliente.

È l'America del West, la terra di Buffalo Bill, luogo sacro ai Sioux e caro ai motociclisti Harley Davidson… È l'America delle Montagne Rocciose e dello Yellowstone
C'è ancora un’America tutta da scoprire, ricca non solo di storia e di scenari aspri e grandiosi. È l’America dei pionieri, delle tribù indiane, dei cercatori d’oro. È la terra che ha fatto da cornice alla vicenda sentimentale dei due cowboys di Ang Lee nel film più premiato e chiacchierato degli ultimi anni, ISegreti di Brokeback Mountain. I “segreti” sbocciano tra i picchi rocciosi del Wyoming e le aride pianure del Texas e in sottofondo la colonna sonora del banjo country. È la terra dagli spazi aperti e spopolati, fatta di una natura intatta e maestosa. È la terra delle Montagne Rocciose e dei parchi nazionali più selvaggi. Questo cuore caldo dell’America di frontiera dove d’estate vanno in scena i rodei, diventa in inverno un paradiso e ospita una tale varietà faunistica da essere chiamata il “Serengeti d’America”.
Chi di noi non ricorda Yogi e Boo-boo, i mitici personaggi di Hanna e Barbera? Allo stesso modo nessuno può aver dimenticato il nome del parco che faceva da sfondo alle loro avventure: loYellowstone National Park, il più antico parco nazionale del mondo, dichiarato nel 1978 Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. Qui in effetti l’orso regna ancora, insieme a lupi, bisonti, alci, cervi e puma. Ma sono i geyser la principale attrazione del parco, le sorgenti calde che emettono getti di vapore a intervalli regolari che arrivano fino a 50 metri. Il più famoso è l’Old Faithful, il “vecchio fedele” che è anche uno dei geyser più spettacolari ed erutta ogni 75 minuti circa in un getto bollente che si eleva per decine di metri. Tra i “segreti” del Wyoming c’è anche il nuovissimo itinerario serale Steam, Stars and Winter Soundscapes Tour che consente di osservare il gioco dei vapori dell’Old Faithful Geyser, illuminati dalla luce delle stelle, in un silenzio irreale rotto solo dai rumori della natura. Poi ci sono le Minerva Springs, vere e proprie cascate di roccia, laghi dalle acque placide, e canyon stretti con cascate fragorose, come quelle dello Yellowstone River. A sud del parco in direzione di Jackson ci si dirige verso un altro parco famoso: Teton National Park. Qui l’ambiente è diverso, le montagne rocciose prendono il sopravvento e l’aspetto del parco è quasi alpino.
Il Jackson Lake offre possibilità di bellissime foto con le cime del Teton che si riflettono nelle acque ferme del lago, mosse unicamente dall’instancabile via vai dei castori. Nella parte nord-orientale del Wyoming c’è un altro posto magico, reso celebre dal film Incontri ravvicinati del Terzo Tipo: la Devil’s Tower, che svetta sulla regione con il suo aspetto misterioso e le sue pareti di roccia striate verticalmente. Si tratta di rocce basaltiche colonnari, cioè magmi che si sono raffreddati creando una struttura a canna d’organo.

Musei e novità architettoniche ridisegnano lo skyline della Grande Mela che diventa un concentrato di architettura d'autore senza precedenti

Non è solo il richiamo dello shopping con il cambio favorevole ad attrarre sempre più turisti a New York, ma anche la continua trasformazione e le sfide che New York lancia per affermarsi capitale mondiale dell'architettura. Le torri di Richard Meyer nel West Village, i palazzi di Nouvel a SoHo, il Blue Building di Bernard Tschumi nella Lower East Side, il New Museum di Sejima e Nishizawa o la Beekman Tower con i suoi 70 piani rivestiti in titanio di Gehry, ridisegneranno lo skyline più famoso del mondo; e ancora la nuova sede del New York Times, l'ultimo gioiello tecnologico di Renzo Piano, costruito con i principi del risparmio energetico e della trasparenza, che con i suoi 52 piani, i suoi 228 metri e la sua antenna di 100 metri, diventa il terzo grattacielo per altezza. Le luci dei riflettori sono puntate oggi su Chelsea, il nuovo quartiere dell'arte contemporanea che gli architetti più autorevoli e trendy stanno vestendo con abiti nuovi. Frank Gehry, Jean Nouvel, Shigeru Ban e Annabelle Selldorf stanno disegnando l'angolo più bello del mondo o, come viene già definito dai newyorkesi "the most beautiful block in the world", cambiando il volto della metropoli.
A Chelsea è già stato ultimato il primo progetto dell'architetto Frank Gehry realizzato per la città di New York che riguarda la sede dello IAC (Inter- ActivCorp), un palazzo esclusivamente destinato ad uffici sulla 19a. Completamente rivestito di vetro serigrafato che lo rende cangiante a seconda della luce trasformandolo in una grande costruzione dalla consistenza scultorea che, affacciato sull'Hudson River, sembra un veliero dalle vele spiegate. Affacciata sul fiume anche la Torre residenziale di 23 piani progettata da Jean Nouvel dalla facciata ricurva, rivestita di vetro, con una griglia di acciaio che regge 1.650 finestre di varie misure che creano giochi di luce e uno specchio sul fiume.

“Independence national Historical park, un parco nazionale in città” 
Il centro città di philadelphia costituisce un monumento nazionale, con la famosa campana della libertà l'independence Hall, ed altri luoghi storici, dove sembrano ancora oggi risuonare le antiche ma sempre valide parole “tutti gli uomini sono stati creati uguali”. In tutta l’area sono ricchissimi i richiami al cittadino probabilmente più famoso di philadelphia, nonché uno dei padri della costituzione, Benjamin Franklyn. 

“Lights of liberty show, una sera d’estate con la storia della rivoluzione americana”
Un modo originale per visitare gli edifici storici della città, con uno show serale di musica e luci. Nel centro della città, tra edifici storici come la second Bank of us, carpenters’ Hall e l’independence Hall, si può assistere ad un racconto, narrato in inglese da grandi attori e disponibile in italiano, dei giorni che portarono alla nascita degli Stati Uniti, immagini sui fatti di quei tempi vengono proiettate sui palazzi ed il commento in cuffia ha il sottofondo musicale della Philadelphia Orchestra. Lo spettacolo si tiene in diverse serate da aprile ad ottobre, ingresso adulti 16,50 usd. per informazioni http://www.lightsofl iberty.org

"Una giornata con gli Amish"
Philadelphia è la località ideale di partenza per una visita alla comunità Amish. Comunità religiosa di stretta osservanza protestante che vive in un’area rurale con regole e stile di vita di due secoli fa. La visita prevede arrivo libero alla comunità, un tour in bus della zona con racconto sugli usi e lo stile di vita, uno spettacolo teatrale che racconta la storia di un ragazzo che deve scegliere se seguire le tradizioni o passare alla vita “moderna”, visita ad una casa Amish.

“Chicago: dove sono nati i grattacieli”
La Chicago Architecture Foundation (CAF) si occupa di educare e promuovere la conoscenza dell’architettura. L’opera di promozione di questa associazione si basa sul fatto che nessun’arte quanto l’architettura esprima lo spirito della città. A questo proposito ha creato oltre 80 diversi tour, che permettono al visitatore di scoprire ed imparare la storia di Chicago attraverso i suoi edifici. La mostra permanente “Chicago, You are Here”, situata alla City Space Gallery, offre un modo innovativo di effettuare un giro orientativo della città e scoprire tutte le possibilità di visita. Per i tour veri e propri si può ad esempio scegliere tra itinerari a piedi tra i grattacieli storici o tra quelli più moderni, tour in navigazione sul lago Michigan, solo per nominarne alcuni.

“Il paradiso degli amanti del cioccolato”
Fin dal 1939, giungono a Chicago gli effluvi di cioccolato dalla vicina Blommers Chocolate Plant e la città si è guadagnata il nomignolo di “capitale dei dolciumi” grazie alle oltre 100 compagnie che ne producono, qui residenti. Si va dalla piccola azienda familiare alle grandi aziende internazionali. Ecco due esperienze esclusive che delizieranno gli amanti del cioccolato, durante il loro soggiorno a Chicago. La prima è “Chocolate at The Penn”, presso il lobby bar del Peninsula Chicago Hotel. Ogni venerdì e sabato dalle h 20:00 di sera a mezzanotte, accompagnati da musica jazz dal vivo, si può gustare dell’ottimo cioccolato. Costo per persona usd 33, include caffè, cappuccino o espresso e una selezione di leccornie al cioccolato. Chi vuole spendere un po’ di più può richiedere un delizioso Chocolate Martini (il costo sale a usd 42). Chi desidera invece fare un vero e proprio “chocolate tasting” può recarsi da Hershey’s Chicago, che organizza ogni settimana un chocolate tasting tour al prezzo di usd 6,95. Il tour dura 30 minuti e include 6 assaggi di cioccolato. Si tiene tutti i giorni dal lunedì al venerdì, alle h 13:00.

"La città dei Grattacieli"
Un completo tour della città di un’intera mattinata, alla scoperta di tutte le aree di interesse della città: dai bellissimi edifici ai parchi, con fermata al Licoln Park Conservatory. Il tour termina con la salita sull’edificio più alto della città: Sears Tower. Per completare la visita, aggiungiamo una crociera intorno alla città a tema architettonico. Nel corso della visita si ascoltano racconti sulla storia di Chicago e della sua mitica scuola di architettura e si vedono gli edifici più interessanti. Soggiorno in un hotel dall’architettura moderna e raffinata: il Westin Michigan Avenue.

“La big easy è tornata!”
Una città dal carattere unico, introvabile nel resto del Nordamerica. Probabilmente è soprattutto questo che, chi visita New Orleans oggi, finisce per scoprire. Avete sempre pensato a New Orleans la città del Jazz? Troverete i locali di Bourbon Street riempire le strade del quartiere francese di ottima musica; siete curiosi di provare la deliziosa cucina cajun? I migliori ristoranti della città vi aspettano per deliziare i vostri palati. Troverete anche i bellissimi balconi fioriti, le navi a pale che navigano sul Mississippi, ma saranno soprattutto i caldi sorrisi e la “southern hospitality” che vi faranno di nuovo innamorare di questa città.

"Serata a New Orleans: Ghost Tour e cena" 
2.30 ORE CIRCA, DA HOTEL A HOTEL, TUTTI I GIORNI. 
Ogni sera, per circa 2.30 ore, si effettua questo tour a piedi, con guida in italiano e partenza alle h. 19.00 che vi porta a conoscere alcune delle leggende e misteri del French Quarter. Un modo originale per scoprire questa storica parte della città. Il tour si conclude con una cena di 3 portate presso il famoso ristorante Arnaud’s, di grande tradizione (bevande escluse).

"A spasso per il Quartiere Francese" 
2.30 ORE CIRCA, TUTTI I GIORNI, CON GUIDA IN ITALIANO. 

Si svolge lungo le storiche strade del Vieux Carrè e i luoghi simbolo della “Big Easy”: il French Market, Jackson Square e la St. Louis Cathedral. La visita si conclude al ristorante The Court of the Two Sisters con “brunch” e musica jazz (bevande escluse).