SRI LANKA

Tour in SRI LANKA

NESSUNA PROMOZIONE ATTUALMENTE IN CORSO

Sri Lanka (Serendib) è l’isola splendente. Secondo una leggenda araba, già era tale per Adamo ed Eva quando non avevano ancora assaggiato la mela perché questo era il Paradiso Terrestre. Una vacanza in Sri Lanka non vi lascerà delusi: Luminosa nei sorrisi della gente così naturalmente ospitale, suggestiva per le testimonianze vivissime di una civiltà millenaria, ricca di antichi templi e fortezze che emergono dal verde delle foreste, splendida nella natura vergine e nelle sue spiagge lunghissime e silenziose bordate di palme, profumata di aromi di spezie e fior di loto. Il Buddha la considerava il regno della bellezza, della serenità, della pace. Il profilo dello Sri Lanka appare come una goccia nel mare dell’Oceano Indiano, ma le sue forme sembrano anche evocare quellefoglie di tè che così fittamente ricoprono la zona centrale dell’isola con il loro verde scintillante, e che hanno contribuito a renderla famosa nel mondo con il nome diCeylon. L’isola è molto verde: montagne, pianure, fiumi, spiagge bellissime, sterminate piantagioni di tè, città antiche cariche di storia, atmosfere coloniali. 

Perché andare in Sri Lanka

  • Per visitare il quartiere inglese di Colombo, la capitale e fare una passeggiata nel grande:Cinammon Gardens
  • Alla scoperta della spiritualità cingalese a Dalada Maligawa, uno dei templi più venerati dal mondo buddhista, dove è custodito un dente del Buddha
  • Per rimanere a bocca aperta a Polonnaruwa dove si trova il Gal Vihara (Tempio della roccia), con tre gigantesche statue del Buddha scolpite in un unico blocco di roccia Sigiriya, un'antica fortezza fatta costruire in cima a un blocco roccioso di quarzo dal re Kassyapa, nel V secolo
  • Per fare surf in uno degli spot scoperti più di recente dai surfisti di tutto il mondo . 

Sri Lanka, conosciuta come Ceylon e chiamata Serendib dai commercianti arabi, è oggi più che mai l'"isola splendente", come dice il suo nome, e "serendib", prodiga di piacevoli sorprese.
Appare sulla carta geografica come una goccia, appena sotto l'affusolata penisola indiana e concentra paesaggi molto diversi: dalle savane alla foresta vergine, dalle montagne alte più di duemila metri alle spiagge lunghissime e silenziose bordate di palme, a volte selvagge e disabitate, a volte con alberghi nascosti nella vegetazione. L'isola non è solo meta ideale per esotiche vacanze balneari, ma anche culla della civiltà millenaria, un paese conosciuto fin dai tempi remoti come terra di perle, spezie ed elefanti, patria di un popolo ospitale, dove fantastici siti archeologici riportano magicamente i visitatori indietro di circa 2.500 anni. Sri Lanka è un mosaico di culture, riti e religioni diverse, ma su tutto domina il tollerante Buddismo, in una terra il cui patrimonio monumentale e archeologico è impressionante: la famosa roccia di Sigiriya, da sola, vale il viaggio. E poi ci sono le rovine ben conservate dell'ex capitale Polannaruwa, il santuario rupestre e le grotte di Dambulla, abitate da centinaia di statue di Budda, e poi "dagobe", pagode e "stupa" sparsi ovunque in un paesaggio sempre piacevole. In una sola giornata si può passare dalle moderne attrezzature alberghiere della costa alle salubri colline dell'altopiano centrale e alle suggestive testimonianze storiche.
Oppure si può scegliere tra la tradizionale tranquillità dei villaggi rurali e le frenetiche manifestazioni popolari, il suono dei tamburi e le famose danze kandiane. I maggiori centri abitati dell'isola offrono invece l'affascinante spettacolo delle strade affollate, un mondo animatissimo popolato da bonzi vestiti di arancione, sacerdoti indù con i loro simboli esoterici tatuati sulla fronte, uomini comuni dai bianchi vestiti che spiccano sulla pelle scura e donne ornate dall'hennè e dai gioielli. La zona centrale, montuosa e collinare, è invece ricoperta da una fitta vegetazione di arbusti di tè, un manto di foglie verdi scintillanti, folto e soffice all'apparenza, in file ordinate nelle quali si aggirano le raccoglitrici "tamil" dai sari colorati e le bocche rosse di "betel", simili a principesse. Ovunque si vada però la principale caratteristica di Sri Lanka resta il ritmo di vita lento e riposante, dove la gente non è ancora "toccata" dal consumismo e la spiritualità rappresenta uno dei suoi valori più vivi.